Le proprietà del legno massello

Quando si parla di natura, parchi e alberi, il nesso con il legno è immediato. Il legno massello, anche rispetto agli arredi, non ha difetti, e quelli che invece possono sembrare dei difetti, non sono altro che caratteristiche morfologiche del legno massello, ovvero, qualità che gli conferiscono il meritato titolo di “materiale unico e privilegiato”; parliamo di piccole crepe o fessure, nodi e variazioni di colore, caratteristiche di questa tipologia di legno a garanzia della sua totale autenticità.
Il legno massello si ricava dal”cuore” dell’albero, dalla parte più resistente e massiccia del tronco. Ecco perchè con il legno massello vengono realizzati i mobili più durevoli, resistenti e di altissima qualità.
Il legno massello è puro al 100%, rigenerabile e riciclabile; ed è considerato “legno per eccellenza”: elastico, resistente, durevole e isolante. Inoltre è in grado di creare armonia in ogni ambiente in cui viene inserito come arredo.
Anche durante la lavorazione, il legno massello preserva tutte le caratteristiche tipiche del legno vivo e naturale per questo è anche particolarmente apprezzato per la sua igroscopicità cioè la capacità di assorbire l’umidità, creando così un clima abitativo equilibrato e sano.

Altra caratteristica del legno massello, è il colore più scuro che acquisisce nel tempo, insieme alle curvature e torsioni, fenomeni naturali e tipici molto ricercati ed apprezzati soprattutto per la fabbricazione di mobili “in arte povera”.
Il legno massello viene utilizzato per creare cucine, tavoli,sedie, librerie, credenze, porte ecc., tutti mobili robusti che durano nel tempo, e sono adatti per creare diversi stili come lo stile country o rustico, sinonimo di semplicità e di essenzialità.

Legno massiccio o legno massello?

Sia il legno massiccio che il legno massello sono entrambi elementi di altissimo pregio e resistentissimi negli anni. Ma il legno massello risulta di maggior pregio perchè non si deforma.
Con il legno massiccio si creano mobili aventi origine da un solo tronco di legno, mentre i mobili in legno massello hanno origine da diverse assi di legno tenute insieme tra loro senza uso di tamburati, truciolati, ecc. Un legno privo di formaldeide o metalli pesanti.
La differenza tra legno massiccio e legno massello è data in prevalenza dall’aspetto estetico: il legno massiccio può creparsi con l’andare del tempo, mentre il massello resiste negli anni avendo sempre un aspetto omogeneo e compatto.

Legno massello, legno stagionato

Il legno massello, necessita di un periodo di stagionatura, prima di poter essere utilizzato e quindi lavorato. Questo perchè oltre a stabilizzarsi deve perdere l’umidità. Un processo che può avvenire sia in maniera naturale, sia attraverso processi artificiali di essiccazione. Per questo, come abbiamo scritto, è un materiale del tutto naturale, e proprio per tale ragione, è portato a subire, nel corso del tempo, delle alterazioni più o meno lievi nel colore e nella forma. I mobili prodotti 100% legno massello, sono completamente personalizzabili nei materiali, nelle rifiniture e nella tipologia di verniciatura. Si adattano alle diverse composizioni e alle finiture più adatte alle esigenze.
Per ottenere un’estetica superiore, si utilizza anche la laccatura del legno massello, una procedura artigianale molto apprezzata.

Share